Canti Portoghesi

Mattine
di Saudade

La ricca città
Luccicante,
Nelle sue preziose vetrine
Di mode e cianfrusaglie fine,
Bella, distratta e pigra
Come gatti nel sole attardati
Assolata mi rincorre,
Mi divora  
Nelle fresche
Mattine di Saudade.
 
 

 Esta Cidade

Questa città
non ti somiglia
per niente,
maestosa, nascosta
struggente…
Questa città
dal respiro dolente,
distratta e sensuale,
non ti ricorda
per niente.
E il respiro
di questo mare
mi confonde,
toglie il fiato
mi porta con sé
mi affonda,
mi sente.

Lisboa

Lisboa,
Monnezza e High Speed Tech.
Baccalà e S. Vicente
Maestoso dominante
dall’Alfama.
E Antonio, Santo Patrono.
Ricchezza esibita
E sussidi reclamati
A gran voce o con lamenti
E Trasporti efficienti
Esibita decadenza
Aperitivo e jantar
Modernismo e Bairro Social
Guitarra e Fatalità
Autunno di pioggia incessante:
Eterna primavera che esplode!
Annunci

Novembre

Novembre, pioggerellina fina, persistente, insistente.
Umidità che permeava la casa dai muri spessi e dai corridoi lunghi. In giardino, un giardino interno, terrazzato e un po’ sberciato, i gatti, un limone e un albero di maracujà, il frutto della passione. Correva l’anno 2009.  Continua a leggere Novembre

Madredeus

Se dici Madredeus ad un lisboeta, sicuramente penserà ad un quartiere della città, non proprio centrale, che prende il nome dal convento che ivi si trova e che attualmente ospita il Museo Nazionale dell’Azulejo.
In Italia, invece, la mente corre subito ad un gruppo musicale, famosissimo negli anni novanta, grazie alla colonna sonora che realizzò per il  film di Wim Wenders,  Lisbon Stories.

Continua a leggere Madredeus

Guccini, mon amour!

loriano-guccini
Loriano e Francesco

Era giugno. Era una giornata particolarmente tersa e ventosa e il vento gelido rendeva l’aria pungente. Molto strano in quella stagione. Ma Lisbona, si sa, è capricciosa, ha un clima particolare, in balìa dei venti atlantici. Era giugno, dunque, e faceva quasi freddo. La luce abbacinante, come solo a Lisbona.

Continua a leggere Guccini, mon amour!

Sant’Antonio da Padova ma di Lisbona

Iconografia classica di S. Antonio
Si celebra oggi, 13 giugno, Sant'Antonio da Padova, uno dei santi più conosciuti nel mondo. Ripubblico volentieri questo post che scrissi qualche anno fa sul blog Psiche&Dintorni.

Oggi parlerò delle celebrazioni di S Antonio, chiamato semplicemente “Il Santo” dai suoi devoti ma non solo. Sono in qualche modo affezionata a questo Santo, essendo legata alle due città, Padova e Lisbona, che se ne contendono l’appartenenza.  Si tratta di un Santo che viaggiò molto ma che ebbe come città del cuore Lisbona in quanto natale, e Padova in quanto scelta per viverci e anche in un certo senso per morirci: morì infatti alle porte di Padova mentre rientrava da un viaggio, perché era proprio a Padova che desiderava morire!
Continua a leggere Sant’Antonio da Padova ma di Lisbona

La notte di Lisbona

La notizia della ripubblicazione de “La notte di Lisbona” da parte dell’ Editore Neri Pozza, mi ha davvero resa felice!

Certo che Erich Maria Remarque, scrittore tedesco, conosciuto soprattutto per l’ autobiografico “Niente di nuovo sul fronte occidentale”, nella sua vita ha dovuto affrontare due tragedie epocali: prima la grande guerra, combattendo al fronte appunto, e quindi la dittatura nazista che lo vide perseguitato e fuggitivo.

Lessi quasi casualmente questo romanzo, che fino alla sua ripubblicazione in italiano recentissima per Neri Pozza, era assolutamente introvabile. Lo lessi dunque in portoghese su consiglio del mio libraio di fiducia a Lisbona, João, proprietario della libreria Fabula Urbis. Continua a leggere La notte di Lisbona