Cartongesso

Era da tempo che volevo parlare di Francesco Maino, del suo romanzo, Cartongesso e anche del suo Blog.  Procediamo con ordine.

Cartongesso. Il romanzo d’esordio, anche l’unico al momento, vincitore del premio Calvino 2013. Una rivelazione.
Lo lessi sull’onda della popolarità avuta in occasione di questo premio. Lo lessi per il titolo; lo lessi perché parlava del Veneto e del Nordest, in generale. E il titolo non avrebbe potuto essere più azzeccato. Lo lessi d’un fiato e fu una sorta di apnea. Faticosa e intensa. È difficile spiegarlo, questo romanzo, e per questo lo faccio solo ora, a distanza di diversi mesi. Continua a leggere Cartongesso

Annunci

Adoro Lisboa (Madredeus)

Come anticipato nel post precedente, eccovi una selezione che purtroppo è molto ridotta, di alcuni dei miei brani preferiti del gruppo portoghese dei Madredeus.
La scelta non è stata semplice, vista la spropositata produzione del gruppo lusitano.

Continua a leggere Adoro Lisboa (Madredeus)

Dino Campana. Il più lungo giorno.

« Tutto va per il meglio nel peggiore dei mondi possibili… »

(Dino Campana, lettera dell’11 aprile 1930 a Bino Binazzi, spedita dal manicomio di Castelpulci)

18 Marzo 1918.

In una scena essenziale, nuda, si articola questo viaggio mentale di Dino Campana, genio incompreso del suo tempo, personaggio tormentato ed errante.
Il  filo conduttore della scena e di tutta la sua rabbia, è lo smarrimento del suo manoscritto, Il più lungo giorno, unica copia esistente. Una vicenda dolorosa quanto assurda, in qualche modo emblematica del tormento errante della sua vita. I manoscritti saranno ritrovati quasi casualmente nel 1971, esattamente dove Dino, internato per pazzia e sottoposto a vari elettrochoc, affermava dovessero trovarsi, cioè dimenticati da colui al quale li aveva affidati.
Protagonista la follia, lo smarrimento, la parola, l’amore per Sibilla. La poesia di Dino Campana.
Una piece teatrale minimale, intensa, poetica, evocativa e delirante. Non priva di smarrimento e estraniazione.
Ringrazio la Prometeo Produzioni per aver reso disponibile quest’opera su Youtube.
 

Giugno

Il 10 giugno è la Festa del Portogallo e coincide con l'anniversario della morte del suo più importante poeta, Luís Vaz de Camões.

Giugno è da sempre il mio mese preferito.

Un mese estivo a tutti gli effetti ma in cui il caldo ancora non si fa opprimente.
Grano maturo baciato dai papaveri e da brezze marine; siepi di gelsomino, da togliere il fiato.
Non è il mese delle vacanze ma il mese infantile della fine della scuola, che ho sempre vissuto con eccitazione e un po’ di malinconia. Perché io, a scuola, mi sono sempre divertita.

Ma è soprattutto in Giugno che mi manca Lisbona. Continua a leggere Giugno

Il miglior libro del mondo!

Per il lancio del suo ultimo libro “O Irmão Alemão”, Chico Buarque, noto musicista brasiliano ma anche apprezzato scrittore, ha realizzato questo video, con la lettura di un brano che ci illustra il protagonista, Ciccio mentre ricorda la sua infanzia e il rapporto col padre. Quest’ultimo, ossessionato dall’idea di scrivere “il miglior libro del mondo”, era un fervente studioso e la sua passione per i libri lo aveva spinto a mettere insieme la seconda più grande biblioteca privata di São Paulo.

Ripropongo questo video e questa lettura, per chi capisce un po’ il portoghese, perché rende bene il sapiente gioco tra le due lingue, quella brasiliana e quella italiana, idioma della mamma di Ciccio che ogni tanto fa capolino nel testo, producendo un effetto davvero grazioso! E poi, l’aneddoto raccontato è molto simpatico!  Continua a leggere Il miglior libro del mondo!